Cosa cerchi?

lunedì 19 giugno 2017

"Gli Istanti Emozioni in DONO" alle Vecchie Segherie

Amici, è con una gioia davvero grandissima che vi invito alla prima presentazione di un libro al quale ho lavorato per anni.

Gli Istanti Emozioni in DONO ha cambiato tante vesti editoriali prima di trovare la maison giusta: Giazira Scritture di Cristiano Marti




Gli Istanti sono creature che nascono dalle emozioni umane. 
Pensiero, Lacrima, Abbraccio, Bacio, Sorriso, Carezza e Addio: sette Istanti per raccontare e per raccontarti, sette creature che potrai regalarti o regalare. Per emozionare.

Un libro prezioso e personalizzabile per presentarti gli Istanti e per contenere i tuoi Istanti migliori.

Nel nuovissimo e accogliente caffé letterario le Vecchie Segherie e altre storie, Cristiano Marti presenta Gli Istanti Emozioni in DONO.



Vecchie Segherie e altre storie
Via Porto, 33 Bisceglie - BT
 Ingresso libero (uscita pure)

lunedì 12 giugno 2017

Quando capita un treno

Appena arrivato! Grazie a Lorella Fontanelli: editrice con gli attributi, lettrice e scrittrice appassionata ma soprattutto persona eccezionale.



Quando capita un treno (Epika Edizioni) è una raccolta di racconti tematici i cui proventi saranno devoluti in sostegno della popolazione di Arquata del Tronto colpita dal sisma del Centro Italia.

Cristina COLLI, Luisa PECCHI, Simone COSSU, Malusa KOSGRAN, Paola MACCIONI, Lorella FONTANELLI, Gian Carlo TREGGI, Nicola MAESTRI, Erjk GAARTNER, Luca PEDRETTI, Carlo VERNER, Massimiliano ZERBINI, Monica BERGAMINI, Stefania CASADEI, Lisa FORNACIARI, Jacopo MASINI, Silvia LELLI, Riccardo POLI, Maria Grazia SERRADIMIGNI, Max MAZZOLI, Luca VANELLI, Manuel CIARLEGLIO, Valentina ACCORSI e Maurizio BARILLI: gli autori di Quando capita un treno partecipano alla gara di creatività e solidarietà promossa da Epika Edizioni aderendo all'iniziativa "Quando capita", un piccolo ma continuativo progetto dedicato alla coraggiosa popolazione del Centro Italia duramente colpita dal sisma del 24 agosto e da quello del 30 ottobre 2016.

Il treno, tema del volume, ha dato vita a 24 viaggi dai quali emerge un campionario umano stupendo. Tutti in treno, dunque: chi dentro, chi fuori, ma tutti incontro al proprio destino a volte risolutivo, nel bene e nel male, a volte indicativo di una strada da percorrere.

Speranze, ansie, risate, qualche lacrima e tanta dolcezza: 24 racconti per dire che dietro gli sguardi persi oltre i finestrini di ogni treno preso e perso, ogni persona è alla coraggiosa ricerca di un po' di felicità, e del valore della propria e altrui vita.

Link per sostenere il progetto "Quando capita": http://www.epikaedizioni.it/book-92.html

lunedì 5 giugno 2017

Il maggio dei... VOLUMI

Anche quest'anno ho provato, nel mio piccolo, a sostenere il #MaggioDeiLibri.

L'irrefrenabile Prof.ssa Bianco mi ha chiesto di preparare un mini workshop per una classe della Scuola Secondaria di Primo Grado Riccardo Monterisi di #Bisceglie.

Lo scopo del piccolo corso era ampliare il vacabolario dei più giovani in modo da permettere loro una maggior libertà, di SCRITTURA ma anche LESSICALE.

Che dire?

Angelica, Francesco, Mirea, Ilenia, Lorenzo, Angela, Italia, Davide, Grazia, Irene, Niccolo, Gabriele, Giovanni, Alessandro, Lucia, Matteo, Cristian e Angela: vi avevo detto che avrei pubblicato i tre migliori lavori eseguiti in classe, ma i vostri elaborati si equivalgono... nel bene - sovrano, danari, sopraggiungere, riferire, tela superba, simulare, impalpabile, si sbellicarono - e nel male... occhio alla grammatica! :) 

In ogni caso, siete stati VIVACI, INCREDIBILI, ATTENTI, CURIOSI, ENTUSIASTI, EFFERVESCENTI, PREPARATI e CREATIVI. Bada, I E: non ho scritto carini. :D

Grazie a tutti, e che la ricerca di SINONIMI vi accompagni per il resto dei vostri studi, e oltre!

P.S.: Angelica, anche per me è stata un'ESPERIENZA FANTASTICA. Col punto esclamativo triangolare! ;)

La SONTUOSA I E

giovedì 18 maggio 2017

Bat & Sons Box

Ogni ZANZARA vive dalle tre alle cinque settimane e produce uova... per tutto il tempo.

Generalmente punge di giorno ed è attratta dal calore e dall'odore della pelle (non dal sangue: quello è lo squalo); ma ne esistono all'incirca 2.700 specie con simpatiche differenze: la tigre, per esempio, punge anche di giorno e il suo pungiglione oltrepassa alcuni tessuti con estrema facilità.

Il predatore più temuto dalle zanzare è il PIPISTRELLO.

Purtroppo, a causa dell’inquinamento atmosferico e sonoro e della mancanza di rifugi sicuri, i cari CHIROTTERI sono diventati animali a rischio estinzione!

Le BAT BOX sono delle casette-alloggio che, posizionate in punti adeguati – in alto, tipo su un albero con poche foglie o su una parete – e con poca luce artificiale notturna, diventano LOFT perfetti per ospitare intere comitive di pipistrelli. Se la vostra bat box resta vuota, non è detto che sia posizionata in un punto sbagliato: magari i pipistrelli non l'hanno ancora trovata. :)

Da anni, alcuni comuni hanno adottato questa soluzione – regalando le Bat Box ai loro cittadini – per frenare il moltiplicarsi delle zanzare, ma si sa: la via del buon senso è lastricata di tombini, e quella per l'ESTATE... di ponfi.
Le Bat Box sono in vendita, in svariate dimensioni e quindi a prezzi variabili, ma se hai un po' di manualità, te la puoi anche costruire.

Attenzione! Se decidi di fartene una, ricordati di attaccarci dentro una retina alla quale i chirotteri possano attaccarsi con le zampe per dormire.

Bat & Sons Box

Agristyle è anche su Pinterest ;)







mercoledì 19 aprile 2017

La Moda di Abbattere

Whomping Willow

Alberi che fanno ombra dove non devono. Che “sporcano” con polline che fa starnutire e non piace manco alle api, con aghi inadatti a cucire i troppi strappi alle regole e con foglie che svolazzano ovunque, senza chiedere il permesso di soggiorno, di poltrone in sofà senza far salotto. Tagliagli la testa. O eliminali. Chi se ne frega se sono più vecchi di me e te messi insieme. A chi importa se sono sopravvissuti a più guerre e a più umanità. Ora insozzano. E il decoro conta. Almeno fino a tre. Un, due, tre... via! Leva tutto. E quegli altri? Sono carichi di fiocchi di processionarie filanti, e quelle bestie fanno schifo. Certo, rispettano il calendario cattolico, ma creano un sacco di problemi. Pensa: anche ai credenti. Quelli che mandano Madonne e Santi per farti gli auguri, trasformando icone sacre in gif, aforismi e altre minchiate. Il malato va aiutato. Curato. Te lo ha insegnato Gesù. No, non ha mai parlato di alberi. Non credo. In effetti, quando un albero si ammala o si riempie di parassiti si dovrebbe potare e disinfestare, per far sì che possa guarire. Ma eliminarlo costa meno! Meno fatica! Meno soldi! Vai sereno. Vai di motosega. Per te sono solo pensieri in meno. Che pensare invecchia. Il paesaggio cambia, si svuota. Il cemento ha la meglio. Ma a chi importa? Anzi, meglio! Un profilo frammentato e sempre diverso, che cresce, che si muove col vento e che sprigiona ossigeno: se anche tu odi una skyline tanto banale non esitare... alza la mano e scaglia la prima ascia. Che il primo colpo non si scorda mai. Colpisci in basso, in alto, sulla corteccia o su un ramo. Tanto deve sparire tutto. In fiamme, magari. Così le uniche tracce che lascia quell'immondizia vivente se la porta il Maestrale. Si chiama natura morta, in fin dei conti. E allora morisse! Divertiti. Allenati. Che chi è capace di abbattere un albero è imbattibile. Il verde è composto di giallo e blu. Di sole e cielo. Noi di verde abbiamo solo la bile. A volte un soprabito. Il verde ci fa schifo. Per questo lo sporchiamo, tagliamo, neghiamo, insultiamo. Perché è contro la nostra natura. E poi non ci può denunciare. Anzi, più infieriamo più se ne sta zitto. Capace che gli piace pure.